© Copyright Dott. Stefano Becagli - Psicologo - Riceve in Via Zurigo 24/4 Milano - P.Iva 07818800968 Tel. 349 3810997 - Iscrizione Ordine degli Psicologi della Lombardia n° 11723

Sostegno psicologico

Il   sostegno   psicologico   è   un   servizio   rivolto   al   singolo   alla   coppia   o   alla   famiglia   che   si   mostra   come   una   relazione   d'aiuto contrassegnata   essenzialmente   dalla   comprensione   e   dalla   partecipazione   empatica   del   professionista   nei   confronti   delle difficoltà    e    del    disagio    esistenziale    del    paziente    attinenti    a    circostanze    particolarmente    problematiche    che    si    possono incontrare nel proprio percorso esistenziale (separazione, divorzio, perdita del lavoro, lutto, depressione post- partum...). L'umanità   e   l'empatia   dello   Psicologo   in   tutti   i   casi   sopra   riportati   costituiscono   un   sostegno   esclusivo   ed   essenziale   il   cui compito   fondamentale   è   migliorare   le   competenze   di   mutamento   e   adattamento   della   persona   e   fortificare   la   struttura   dell'Io col proposito di una buona gestione e della risoluzione del disagio. L'obiettivo    principale    del    sostegno    psicologico     è    quello    di    diminuire    la    percezione    di    ansia,    panico,    solitudine, disorientamento,   incapacità,   oppure   la   depressione   del   paziente.   Oltre   a   ciò   il   sostegno   psicologico   rende   la   persona   cosciente delle   proprie   doti   e   protagonista   davanti   alle   innumerevoli   opportunità   di   decidere   e   gestire   la   propria   esistenza   per   mezzo   di rinnovati   schemi   comportamentali   più   funzionali   che   gli   permettono   di   trovare   in   sé   stesso   il   punto   di   riferimento   riguardo   al proprio presente e per le decisioni future. Lo   psicologo   sostiene   la   persona   nel   mettere   in   moto   le   capacità   per   il   mutamento   e   nel   considerare   la   propria   situazione incentrando l'attenzione sul presente. La   persona   che   affronta   il   percorso   di   sostegno   psicologico   con   lo   Psicologo,   a   seconda   della   problematica   esposta,   potenzia nuove modalità di risoluzione dei conflitti, di comunicazione, di pensiero, all'interno di un rapporto di fiducia e ascolto. Il   rapporto   che   si   istituisce   con   lo   Psicologo    permette   di   cambiare   in   meglio   il   contatto   con   il   proprio   ambiente,   con   se   stessi e con la propria quotidianità.

Sostegno psicologico individuale

Il   sostegno   psicologico   individuale    è   indicato   per   tutte   quelle   persone   che vivono    fasi    di    disagio    (stress,    depressione,    fobie,    ansia,    attacchi    di    panico, separazioni,   lutti,   difficoltà   relazionali,   disturbi   del   comportamento   alimentare, dipendenze    da    alcol    e/o    droghe)    e    che    devono    far    fronte    ad    una    angoscia   psicologica    la   cui   causa   viene   individuata   in   contesti   e   legami   esterni   (gli   amici,   il lavoro,    la    famiglia)    che    condizionano,    più    o    meno    seriamente,    sul    benessere psicofisico.   Con   l'ausilio   dei   colloqui   di   sostegno   psicologico   è   fattibile   analizzare   la difficoltà   che   la   persona   si   trova   a   fronteggiare,   precisare   gli   obiettivi   raggiungibili e   pianificare   l'intervento   psicologico   più   adatto   per   mezzo   di   un   lavoro   intensivo   e specifico. Il   sostegno   psicologico    rappresenta   un   supporto   essenziale   nei   momenti   di disagio   esistenziale   ed   emotivo   connesso   a   situazioni   critiche   della   vita   ed   è   per   di più   un   adeguato   strumento   di   cura   in   stati   di   limitatezza   relazionale   e   affettiva,   in quanto   permette   l'organizzarsi   di   rinnovati   schemi   relazionali.   L'intervento   ha   lo scopo   di   promuovere   lo   sviluppo,   l'autonomia   e   la   valorizzazione   delle   capacità individuali,     agevolare     le     abilità     decisionali     della     persona     per     accrescere un'essenziale   cognizione   del   proprio   agire   nel   far   fronte   alle   questioni   di   carattere personale e/o lavorative.

Sostegno psicologico di coppia

La    relazione    di    coppia     è    una    struttura    dinamica,    piena    di    legami    che    si intrecciano   su   parecchi   piani   e   interessano   molti   ambiti   della   vita   dell'individuo.   La vita   di   coppia   risulta   suggestionata   dai   vincoli   con   le   famiglie   d'origine,   dai   patti economici   più   o   meno   dichiarati,   dal   tipo   di   occupazione,   dalle   amicizie,   dalla probabile esistenza di figli e da parecchi altri elementi. Il   sostegno   psicologico   alla   coppia    è   un   intervento   indirizzato   a   facilitare   i conviventi/coniugi   in   difficoltà   a   sovrastare   le   fasi   critiche   che   affrontano   nel   loro percorso   di   vita   che   li   unisce.   Gli   impedimenti   che   la   coppia   si   trova   a   dover   far fronte   possono   essere   di   svariati   tipi   a   seconda   del   periodo   del   ciclo   vitale   della famiglia   (divergenze   e   malintesi   nel   primo   periodo   di   convivenza,   coppia   senza figli,    nascita    del    primo    figlio,    modalità    di    educazione    dei    figli,    crescita    e separazione dai figli, pensionamento, lutto ecc). Il   sostegno   alla   coppia   è   finalizzato   al   superamento   delle   difficoltà   attuali ,   alla comprensione   e   trasformazione   risolutrice   del   malessere   percepito   dai   membri della   coppia,   riconsegnando   ad   ognuno   nuove   opportunità   di   interazione,   modi   di analizzare    le    difficoltà    alternative    alle    antecedenti,    rinnovate    potenzialità    di scambio     e     di     incontro     all'interno     della     relazione.     Gli     obiettivi     conclusivi dell'intervento    di    sostegno    riguardano    sia    la    soluzione    del    conflitto    (o    del problema)   presentato   dai   membri   della   coppia,   che   il   benessere   di   ognuno   nel rapporto di coppia e nell'attenzione delle esigenze reciproche.

Sostegno psicologico familiare

Qualsiasi   famiglia   affronta   prove   difficili   nel   corso   del   proprio   ciclo   di   vita   e,   di frequente   sono   fondamentali   sforzi   rilevanti   e   parecchia   adattabilità   per   far   fronte alle   difficoltà.   Come   accade   per   il   singolo,   anche   i   nuclei   familiari,   sono   verità complesse   che   superano   in   successione   stadi   critici   (matrimonio,   nascita   dei   figli, morti    dei    nonni,    ecc.)    che    pongono    in    discussione    gli    antecedenti    equilibri    e richiedono    rinnovate    sistemazioni.    I    periodi    di    passaggio    nell'organizzazione familiare    espongono    tutti    i    membri,    ad    un    aumento    della    tensione    a    ad    un paragona   con   stati   emotivi   frequentemente   parecchio   intensi.   Ciascuna   famiglia   è contraddistinta   da   avvenimenti,   da   valori,   da   uno   stile   di   vita;   nel   corso   del   tempo, i   bisogni   e   le   richieste   di   ogni   membro   del   nucleo   familiare   si   modificano,   e pertanto,   pure   le   regole,   i   ruoli   e   le   funzioni   all'interno   della   famiglia,   cambiano   in modo   naturale   per   adeguarsi   a   bisogni   vecchi   e   nuovi.   Le   modificazioni   in   certe circostanze   danno   origine   a   problemi   e   sono   fonte   di   disagio.   Molte   volte   il   disagio è   manifestato   per   mezzo   di   un   sintomo   vissuto   da   un   membro   del   nucleo   familiare che riveste il ruolo di "rappresentante" di un malessere familiare . Il    disagio    e    il    sintomo    della    singola    persona,    conseguono    una    funzione inequivocabile all'interno delle relazioni in cui si presentano. I   conflitti   che   si   originano   nel   nucleo   familiare,   determinano   una   tensione   emotiva che   solitamente   viene   provata   in   termini   angosciosi   dal   soggetto   portatore   del sintomo;   egli   si   assume   su   di   sé,   per   mezzo   della   espressione   diretta   dei   sintomi, di   scostare   gli   altri   membri   della   famiglia   dal   far   fronte   in   maniera   manifesta   le proprie difficoltà di relazione, calamitando le attenzioni su di sé. La    famiglia    è    un    ambiente    ottimale    per    risolvere    una    vasta    varietà    di problematiche   personali:   la   sensibilità   del   nucleo   familiare,   oppure   di   una   parte   di esso,   a   mettersi   in   gioco   in   un   percorso   di   sostegno,   è   una   ricchezza   enormemente preziosa   per   chi   patisce.   Far   fronte   in   tempo   alle   indicazioni   di   malessere   può ridurre   considerevolmente   il   carico   di   tensione   presente   nel   nucleo   familiare   e evitare seguenti disagi ad esso connessi. L'intervento   con   le   famiglie   è   composto   nella   maggior   parte   dei   casi   da   una   fase iniziale   di   consulenza   in   cui   vengono   analizzate   le   specifiche   problematiche,   come utile    punto    di    inizio    per    l'organizzazione    condivisa    degli    obiettivi    indirizzati    a favorire il benessere di ciascun membro. Dopodiché,   è   plausibile   organizzare   e   indicare   il   trattamento   in   modo   che   soddisfi   il più   possibile   le   richieste   e   al   benessere   psicofisico   del   nucleo   familiare   e   di   ogni suo membro.
© Copyright Dott. Stefano Becagli - Psicologo - Riceve in Via Zurigo 24/4 Milano - P.Iva 07818800968 Tel. 349 3810997 - Iscrizione Ordine degli Psicologi della Lombardia n° 11723

Sostegno psicologico

Il   sostegno   psicologico   è   un   servizio   rivolto   al   singolo   alla coppia    o    alla    famiglia    che    si    mostra    come    una    relazione d'aiuto   contrassegnata   essenzialmente   dalla   comprensione   e dalla   partecipazione   empatica   del   professionista   nei   confronti delle   difficoltà   e   del   disagio   esistenziale   del   paziente   attinenti a   circostanze   particolarmente   problematiche   che   si   possono incontrare    nel    proprio    percorso    esistenziale    (separazione, divorzio,     perdita     del     lavoro,     lutto,     depressione     post- partum...). L'umanità    e    l'empatia    dello    Psicologo    in    tutti    i    casi    sopra riportati   costituiscono   un   sostegno   esclusivo   ed   essenziale   il cui    compito    fondamentale    è    migliorare    le    competenze    di mutamento    e    adattamento    della    persona    e    fortificare    la struttura   dell'Io   col   proposito   di   una   buona   gestione   e   della risoluzione del disagio. L'obiettivo   principale   del   sostegno   psicologico    è   quello   di diminuire     la     percezione     di     ansia,     panico,     solitudine, disorientamento,     incapacità,     oppure     la     depressione     del paziente.   Oltre   a   ciò   il   sostegno   psicologico   rende   la   persona cosciente    delle    proprie    doti    e    protagonista    davanti    alle innumerevoli    opportunità    di    decidere    e    gestire    la    propria esistenza   per   mezzo   di   rinnovati   schemi   comportamentali   più funzionali   che   gli   permettono   di   trovare   in   sé   stesso   il   punto di   riferimento   riguardo   al   proprio   presente   e   per   le   decisioni future. Lo    psicologo    sostiene    la    persona    nel    mettere    in    moto    le capacità    per    il    mutamento    e    nel    considerare    la    propria situazione incentrando l'attenzione sul presente. La   persona   che   affronta   il   percorso   di   sostegno   psicologico con    lo    Psicologo,    a    seconda    della    problematica    esposta, potenzia    nuove    modalità    di    risoluzione    dei    conflitti,    di comunicazione,    di    pensiero,    all'interno    di    un    rapporto    di fiducia e ascolto. Il   rapporto   che   si   istituisce   con   lo   Psicologo    permette   di cambiare   in   meglio   il   contatto   con   il   proprio   ambiente,   con   se stessi e con la propria quotidianità.

Sostegno

psicologico

individuale

Il   sostegno   psicologico   individuale   è   indicato   per   tutte   quelle   persone   che vivono      fasi      di      disagio      (stress, depressione,    fobie,    ansia,    attacchi    di panico,     separazioni,     lutti,     difficoltà relazionali,   disturbi   del   comportamento alimentare,    dipendenze    da    alcol    e/o droghe)   e   che   devono   far   fronte   ad   una angoscia     psicologica     la    cui    causa viene   individuata   in   contesti   e   legami esterni   (gli   amici,   il   lavoro,   la   famiglia) che      condizionano,      più      o      meno seriamente,   sul   benessere   psicofisico. Con    l'ausilio    dei    colloqui    di    sostegno psicologico     è     fattibile     analizzare     la difficoltà    che    la    persona    si    trova    a fronteggiare,     precisare     gli     obiettivi raggiungibili    e    pianificare    l'intervento psicologico   più   adatto   per   mezzo   di   un lavoro intensivo e specifico. Il   sostegno   psicologico    rappresenta un   supporto   essenziale   nei   momenti   di disagio       esistenziale       ed       emotivo connesso   a   situazioni   critiche   della   vita ed   è   per   di   più   un   adeguato   strumento di   cura   in   stati   di   limitatezza   relazionale e      affettiva,      in      quanto      permette l'organizzarsi      di      rinnovati      schemi relazionali.   L'intervento   ha   lo   scopo   di promuovere   lo   sviluppo,   l'autonomia   e la       valorizzazione       delle       capacità individuali,       agevolare       le       abilità decisionali   della   persona   per   accrescere un'essenziale    cognizione    del    proprio agire    nel    far    fronte    alle    questioni    di carattere personale e/o lavorative.

Sostegno

psicologico di

coppia

La   relazione   di   coppia    è   una   struttura dinamica,     piena     di     legami     che     si intrecciano      su      parecchi      piani      e interessano     molti     ambiti     della     vita dell'individuo.   La   vita   di   coppia   risulta suggestionata   dai   vincoli   con   le   famiglie d'origine,    dai    patti    economici    più    o meno       dichiarati,       dal       tipo       di occupazione,      dalle      amicizie,      dalla probabile     esistenza     di     figli     e     da parecchi altri elementi. Il   sostegno   psicologico   alla   coppia   è   un   intervento   indirizzato   a   facilitare   i conviventi/coniugi      in      difficoltà      a sovrastare      le      fasi      critiche      che affrontano   nel   loro   percorso   di   vita   che li   unisce.   Gli   impedimenti   che   la   coppia si    trova    a    dover    far    fronte    possono essere    di    svariati    tipi    a    seconda    del periodo    del    ciclo    vitale    della    famiglia (divergenze     e     malintesi     nel     primo periodo    di    convivenza,    coppia    senza figli,   nascita   del   primo   figlio,   modalità di     educazione     dei     figli,     crescita     e separazione    dai    figli,    pensionamento, lutto ecc). Il   sostegno   alla   coppia   è   finalizzato   al superamento         delle         difficoltà attuali ,        alla        comprensione        e trasformazione          risolutrice          del malessere   percepito   dai   membri   della coppia,      riconsegnando      ad      ognuno nuove   opportunità   di   interazione,   modi di   analizzare   le   difficoltà   alternative   alle antecedenti,    rinnovate    potenzialità    di scambio   e   di   incontro   all'interno   della relazione.      Gli      obiettivi      conclusivi dell'intervento   di   sostegno   riguardano sia    la    soluzione    del    conflitto    (o    del problema)   presentato   dai   membri   della coppia,   che   il   benessere   di   ognuno   nel rapporto    di    coppia    e    nell'attenzione delle esigenze reciproche.

S  

o  

s  

t  

e  

g  

n  

o  

 

 

familiare

Qualsiasi   famiglia   affronta   prove   difficili nel   corso   del   proprio   ciclo   di   vita   e,   di frequente     sono     fondamentali     sforzi rilevanti   e   parecchia   adattabilità   per   far fronte   alle   difficoltà.   Come   accade   per   il singolo,   anche   i   nuclei   familiari,   sono verità     complesse     che     superano     in successione    stadi    critici    (matrimonio, nascita   dei   figli,   morti   dei   nonni,   ecc.) che      pongono      in      discussione      gli antecedenti      equilibri      e      richiedono rinnovate    sistemazioni.    I    periodi    di passaggio   nell'organizzazione   familiare espongono     tutti     i     membri,     ad     un aumento     della     tensione     a     ad     un paragona         con         stati         emotivi frequentemente      parecchio      intensi. Ciascuna   famiglia   è   contraddistinta   da avvenimenti,   da   valori,   da   uno   stile   di vita;   nel   corso   del   tempo,   i   bisogni   e   le richieste    di    ogni    membro    del    nucleo familiare    si    modificano,    e    pertanto, pure    le    regole,    i    ruoli    e    le    funzioni all'interno   della   famiglia,   cambiano   in modo   naturale   per   adeguarsi   a   bisogni vecchi    e    nuovi.    Le    modificazioni    in certe     circostanze     danno     origine     a problemi   e   sono   fonte   di   disagio.   Molte volte     il     disagio     è     manifestato     per mezzo    di    un    sintomo    vissuto    da    un membro     del     nucleo     familiare     che riveste   il   ruolo   di   "rappresentante"   di un malessere familiare . Il    disagio    e    il    sintomo    della    singola persona,     conseguono     una     funzione inequivocabile   all'interno   delle   relazioni in cui si presentano. I   conflitti   che   si   originano   nel   nucleo familiare,    determinano    una    tensione emotiva   che   solitamente   viene   provata in     termini     angosciosi     dal     soggetto portatore   del   sintomo;   egli   si   assume su   di   sé,   per   mezzo   della   espressione diretta   dei   sintomi,   di   scostare   gli   altri membri   della   famiglia   dal   far   fronte   in maniera   manifesta   le   proprie   difficoltà di   relazione,   calamitando   le   attenzioni su di sé. La   famiglia   è   un   ambiente   ottimale   per risolvere      una      vasta      varietà      di problematiche   personali:   la   sensibilità del    nucleo    familiare,    oppure    di    una parte   di   esso,   a   mettersi   in   gioco   in   un percorso   di   sostegno,   è   una   ricchezza enormemente   preziosa   per   chi   patisce. Far   fronte   in   tempo   alle   indicazioni   di malessere               può               ridurre considerevolmente   il   carico   di   tensione presente   nel   nucleo   familiare   e   evitare seguenti disagi ad esso connessi. L'intervento   con   le   famiglie   è   composto nella    maggior    parte    dei    casi    da    una fase     iniziale     di     consulenza     in     cui vengono      analizzate      le      specifiche problematiche,    come    utile    punto    di inizio    per    l'organizzazione    condivisa degli    obiettivi    indirizzati    a    favorire    il benessere di ciascun membro. Dopodiché,   è   plausibile   organizzare   e indicare    il    trattamento    in    modo    che soddisfi   il   più   possibile   le   richieste   e   al benessere      psicofisico      del      nucleo familiare e di ogni suo membro.