© Copyright Dott. Stefano Becagli - Psicologo - Riceve in Via Zurigo 24/4 Milano - P.Iva 07818800968 Tel. 349 3810997 - Iscrizione Ordine degli Psicologi della Lombardia n° 11723

Mental training

Spesso   e   volentieri   quando   si   parla   di   allenamento,   la   prima   immagine   che   ci   affiora   nella   mente   è   di   un   atleta   che   sta   svolgendo   un allenamento fisico. Come   ben   sappiamo,   allenare   il   corpo   è   la   base   necessaria   per   poter   avere   una   buona   prestazione   nella   nostra   disciplina   sportiva. Questo però non è sufficiente, perché lo sport non è solo questo. Qualunque tipo di esercizio fisico, qualunque gesto tecnico-atletico, è saldamente legato alle abilità mentali di chi lo esegue. Questo   accade   perché   la   nostra   prestazione   è   fortemente   condizionata   e   suggestionata   dalle   nostre   emozioni,   la   nostra   razionalità   e   le nostre convinzioni. Il   Mental   training ,   o   " Allenamento   mentale "   è   quindi   un   allenamento   psicologico   che   collabora   a   costruire   e   gestire   la   prestazione sportiva. Il   mental   training,   non   è   solo   a   vantaggio   di   atleti   professionistici,   ma   a   tutti   gli   atleti   che   hanno   intenzioni   di   migliorare   le   proprie performance sportive,  non dedicandosi unicamente all'allenamento del proprio corpo, bensì potenziando e allenando le proprie abilità mentali, perfezionando la conoscenza di se stessi. Proprio   perché   la   pratica   sportiva   al   giorno   d'oggi   prevede   la   fusione   di   diverse   modalità   di   allenamento:   tattico,   fisico,   tecnico, psicologico;    l'allentamento    mentale    rappresenta    una    dimensione    di    fondamentale    importanza    per    trarre    dall’atleta    il    massimo rendimento e per ottimizzare le risorse individuali e di squadra. Il   mental   training   si   compone   di   un   insieme   di   tecniche   e   strategie   che   hanno   l'obiettivo   di   aiutare   l'atleta    ad   apprendere   e   controllare le abilità psico-fisiologiche necessarie all'ottimizzazione della performance. Gli   scopi   del   mental   training   sono   molti,   ad   esempio:   preparazione   della   gara,   ottimizzazione   della   concentrazione   e   dell'attenzione, miglioramento   del   senso   di   autoefficacia,   aumento   dell'autostima,   gestione   dell'ansia   e   dello   stress,   controllo   delle   risposte   fisiologiche   e delle situazioni dolorose, raggiungimento della stabilità emotiva, potenziamento della motivazione. Il programma di allenamento mentale considera l'atleta nella sua totalità, operando su tre livelli: cognitivo, emotivo e comportamentale. Questo   per   permettere   all'atleta   di   prendere   coscienza   delle   proprie   risorse   mentali    e   imparare   ad   utilizzarle.   Ed   in   ultimo   migliora   e potenziare la performance sportiva. Il mental training può essere utilizzato in qualsiasi disciplina sportiva, sia singola che di squadra . Spesso a parità di preparazione tecnico/atletica la differenza tra successo e insuccesso è data proprio dalla preparazione mentale.
© Copyright Dott. Stefano Becagli - Psicologo - Riceve in Via Zurigo 24/4 Milano - P.Iva 07818800968 Tel. 349 3810997 - Iscrizione Ordine degli Psicologi della Lombardia n° 11723

Mental training

Spesso     e     volentieri     quando     si     parla     di allenamento,   la   prima   immagine   che   ci   affiora nella   mente   è   di   un   atleta   che   sta   svolgendo   un allenamento fisico. Come   ben   sappiamo,   allenare   il   corpo   è   la   base necessaria      per      poter      avere      una      buona prestazione    nella    nostra    disciplina    sportiva. Questo   però   non   è   sufficiente,   perché   lo   sport non è solo questo. Qualunque    tipo    di    esercizio    fisico,    qualunque gesto   tecnico-atletico,   è   saldamente   legato   alle abilità mentali di chi lo esegue. Questo   accade   perché   la   nostra   prestazione   è fortemente   condizionata   e   suggestionata   dalle nostre   emozioni,   la   nostra   razionalità   e   le   nostre convinzioni. Il   Mental   training ,   o   " Allenamento   mentale " è     quindi     un     allenamento     psicologico     che collabora    a    costruire    e    gestire    la    prestazione sportiva. Il   mental   training,   non   è   solo   a   vantaggio   di atleti   professionistici,   ma   a   tutti   gli   atleti   che hanno    intenzioni    di    migliorare    le    proprie performance      sportive,       non      dedicandosi unicamente all'allenamento del proprio corpo, bensì   potenziando   e   allenando   le   proprie   abilità mentali,    perfezionando    la    conoscenza    di    se stessi. Proprio    perché    la    pratica    sportiva    al    giorno d'oggi   prevede   la   fusione   di   diverse   modalità   di allenamento:   tattico,   fisico,   tecnico,   psicologico; l'allentamento       mentale       rappresenta       una dimensione    di    fondamentale    importanza    per trarre   dall’atleta   il   massimo   rendimento   e   per ottimizzare le risorse individuali e di squadra. Il   mental   training   si   compone   di   un   insieme   di tecniche    e    strategie    che    hanno    l'obiettivo    di aiutare   l'atleta    ad   apprendere   e   controllare   le abilità            psico-fisiologiche            necessarie all'ottimizzazione della performance. Gli    scopi    del    mental    training    sono    molti,    ad esempio:         preparazione         della         gara, ottimizzazione        della        concentrazione        e dell'attenzione,     miglioramento     del     senso     di autoefficacia,   aumento   dell'autostima,   gestione dell'ansia   e   dello   stress,   controllo   delle   risposte fisiologiche      e      delle      situazioni      dolorose, raggiungimento       della       stabilità       emotiva, potenziamento della motivazione. Il   programma   di   allenamento   mentale   considera l'atleta   nella   sua   totalità,   operando   su   tre   livelli: cognitivo, emotivo e comportamentale. Questo    per    permettere    all'atleta    di    prendere coscienza    delle    proprie    risorse    mentali     e imparare   ad   utilizzarle.   Ed   in   ultimo   migliora   e potenziare la performance sportiva. Il    mental    training    può    essere    utilizzato    in qualsiasi   disciplina   sportiva,   sia   singola   che   di squadra . Spesso   a   parità   di   preparazione   tecnico/atletica la   differenza   tra   successo   e   insuccesso   è   data proprio dalla preparazione mentale.